Tag Archives: wrocalw

7.000 animali allo Zoo di Breslavia

Quando lo Zoo venne aperto nel 1865 la città di Breslavia apparteneva ancora alla Prussia. Ancora oggi è lo Zoo più grande della Polonia: più di 30 ettari e più di 7 mila animali – senza contare i turisti, tra gli animali intendo.

[ENGLISH BELOW] Ovviamente ci sono i leoni, gli elefanti e le giraffe, ma l’attrazione principale oggi è l’Afrycarium-Oceanarium – inaugurato neanche un anno fa. Cosa si fa in un Afrycarium? Per esempio si cammina negli acquari con gli squali che nuotano attorno.

Zoo di Breslavia
Zoo di Breslavia

Lo zoo si trova esattamente di fronte ad Hala Stulecia, ed occupa dalla fine degli anni ’50 buona parte dei terreni in precedenza dedicati dai sovietici all’Esposizione dei Territori Recuperati.

Se volete andare è solo ad un paio di fermate di tram dal centro…

[CLICK ON THE PHOTOS TO ENLARGE]

When the zoo was opened in 1865, exactly 150 years ago, the city of Wroclaw still belonged to Prussia. Today it is the largest zoo in Poland: more than 30 hectares and more than 7,000 animals – not counting tourists, among the animals I mean. Obviously there are lions, elephants and giraffes, but the main attraction today is the Afrycarium-Oceanarium – it was opened less than a year ago. What do you do in a Afrycarium? For example, you walk in the aquarium with sharks swimming around.

The zoo is located exactly in front of Hala Stulecia, and from the end of the 50s occupies big part of the land previously dedicated by the Soviets to the Recovered Territories Exhibition.

If you want to go, it is only a couple of tram stops from the city center …

Advertisements

Il Parco Tołpy sotto casa

A Breslavia non c’è il mare. La spiaggia più vicina è a 500 kilometri. Quando fa caldo, quindi, è meglio trovare qualche soluzione alternativa. Io sto sdraiato davanti a questo laghetto, la cui acqua è per la verità un po’ troppo verde.

Il parco è dedicato Stanisław Tołpa, botanico polacco vissuto a Breslavia che a lungo si dedicò a studiare la torba.  Il parco Tołpy si trova a nord della città, ma soprattutto è vicinissimo a casa mia. (Nel caso in cui non abbiate ripassato le regole di fonetica polacca tołpy si legge toupe).

A Breslavia ci sono molti parchi, ad est c’è Park Szczytnicki davanti ad Hala Stulecia, dove c’è anche il Giardino Giapponese. Ad ovest Park Zachodni e a sud Park Południowy. Per la cronaca Zachodni e Południowy significano proprio dell’ovest e del sud, un po’ come le stazioni del Monopoli.

Poi c’è Park Grabiszyński, vicino al cimitero di cui già sapete (vero?), o Park Juliusza Słowackiego, che si trova nel centro della città. Non sto ad elencarveli tutti che poi vi distraete e non gardate le foto.

[CLICK TO ENLARGE]

Sposi a Breslavia

Quando arrivai lo scorso anno, rimasi quasi subito stupito dall’incredibile quantità di sposi che mi capitava d’incontrare – con fotografi al seguito – in giro per la città. Abiti bianchi ovunque, mi sembrava. Con il passare delle stagioni mi sono accorto che era estate. D’inverno anche i polacchi si sposano molto di meno.

Torno a farci caso adesso, ogni volta che attraverso Ostrow Tumski, e ne incontro di nuovo tra la cattedrale ed il ponte dei lucchetti. Ma anche in luoghi meno prevedibili (e comprensibili) tipo il palazzo dove lavoro, un edificio moderno, la cui parte bassa della facciata è costituita da una maglia di grandi triangoli in metallo incrociati, così che sembrino uscire dalla parete.

Tuttavia è vero che la propensione al matrimono è sensibilmente superiore rispetto all’Italia. Una coppia di ragazzi si sposerà probabilmente prima dei venticinque anni senza troppo stupore.

Io, invece, sono ancora single.

PS. da quando son qui ho sempre sentito parlare dei matrimoni polacchi come delle feste infinite, qualcosa a metà tra dei baccanali e dei rave. Due giorni ininterrotti di vodka, cibo, vodka e balli, e vodka. Sfortunatamente ancora nessuno mi hai mai invitato.

[CLICK  TO ENLARGE PHOTOS]